Data: Roma, 05 marzo 1808

Destinatario: Camillo Pacetti

Luogo di conservazione: Milano, Archivio dell'Accademia di Brera


Testo

Stimatissimo sig. Camillo

dal gentilissimo suo fratello ho ricevuto il di lei foglio gratissimo, nel quale ho inteso tutte le ragionevoli correzioni che ella si è degnata trasmettermi con tutta sincerità riguardo ai miei lavori, del che io sono infinitamente obbligato; ad onta di quell'impulso che riguarda il mio disonore vinco me stesso quand'è per il mio vantaggio ed accetto con il maggior piacere un atto di sincera benevolezza onde procurerò al più possibile di studiare a seconda delle tracce che lei amichevolmente mi insegna acciò che nell'anno venturo io possa riaquistarmi l'onore, che costì ho perduto. Mio fratello vi rende duplicati i saluti come io faccio similmente a lei e alla sua signora consorte e famiglia. E con la maggior stima di profondo rispetto mi do l'onore di essere
di V. S.

Umilissimo e devotissimo servitore
Carlo Finelli



Torna alla pagina precedente
L'Aurora
1824, Marmo, h. 53 cm
Carrara, collezione Marchini

Carlo Finelli Corpus

Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara

Losna - Soluzioni per il web

Informatica Umanistica, Università di Pisa


XHTML valido!

CSS valido!



Dichiarazione
di accessibilità